Durante i cineforum di questo anno pastorale 2010-2011 vogliamo approfondire insieme il tema delle scelte: le scelte che scandiscono la nostra vita di tutti i giorni, e con le quali costruiamo la nostra personalità!

Mai stata baciata -21 maggio 2011

Con “Mai stata baciata” siamo giunti al termine del ciclo di cineforum 2010/2011, seguendo la giornalista Josie Geller, infiltratasi in un liceo nei panni di una studentessa qualsiasi, nel suo percorso impacciato alla ricerca di uno scoop per il suo giornale ma anche, e soprattutto, nella scoperta di se stessa, attraverso le difficoltà quotidiane della vita scolastica, in particolare con il tentativo di farsi accettare dal gruppo dei ragazzi più “popolari”. Anche noi abbiamo provato a calarci nei panni altrui, attraverso un piccolo gioco di ruolo che ci ha aiutati a renderci conto di come le amicizie e le compagnie che scegliamo influenzino il nostro modo di essere e di comportarci, e di come talvolta siamo portati ad indossare, nostro malgrado, una maschera pur di guadagnarci la stima degli altri: così abbiamo potuto renderci conto, una volta di più, di quanto sia importante saper distinguere i cambiamenti positivi, che ci portano ad una crescita personale per andare incontro agli altri, da quelli negativi, che ci portano semplicemente a scimmiottare atteggiamenti altrui e lasciarci trascinare dalla forza del branco pur di essere accolti più facilmente, a rischio di perdere la nostra identità e la nostra dignità.

 

 

Vero come la finzione - 19 febbraio 2011

Ad accompagnarci nella terza serata del ciclo di cineforum di quest’anno è stato Harold Crick, agente del fisco che conduce una vita precisa in modo maniacale, dedicata esclusivamente al lavoro e (quasi) del tutto priva di relazioni umane: almeno fino al giorno in cui, cominciando a sentire nella propria testa la voce di una narratrice intenta a raccontare proprio la sua storia, scopre di essere destinato ad un “imminente decesso”. Questa diventa per lui l’occasione per reagire, prendere in mano la propria vita e fare di tutto per scoprire cosa stia succedendo, trovare l’autrice del suo libro e pregarla di salvargli la vita! Riflettendo su questa traccia ci siamo resi conto di quanti siano i fattori e le persone che contribuiscono a “scrivere” la nostra vita, che con le loro scelte e le loro azioni condizionano anche le nostre: dai genitori agli amici, dagli insegnanti agli allenatori, da Facebook alla televisione! Ma accanto a tutto questo, ci siamo anche impegnati a capire che, ad un certo punto, spetta a noi effettuare le scelte veramente fondamentali, e trovare ideali solidi che reggano alle tempeste e che ci diano lo slancio per fare della nostra vita un capolavoro! ...c’è davvero bisogno di dirvi quale sia la roccia più salda di tutte?

Il castello errante di Howl - 15 gennaio 2011

La seconda tappa del nostro percorso sulle scelte ci ha portati in Giappone, sulle tracce del “Castello errante di Howl”, per seguire l’intricata avventura della giovane e timida cappellaia Sophie, incapace di prendere in mano con coraggio le redini della sua vita, trasformata in vecchietta dalla perfida Strega delle Lande, e del misterioso mago Howl, pronto a stringere un patto con un demone per assicurarsi potere ma in realtà tanto fragile da doversi nascondere dietro la maschera di un’artificiale bellezza e da fuggire le proprie responsabilità celandosi dietro una serie di identità differenti. Insieme abbiamo potuto riflettere sul loro cammino di maturazione, che, con lo sviluppo progressivo di un rapporto che da semplice infatuazione si trasforma in amore vero e profondo, insegna loro lentamente ad affrontare la propria vita senza più tirarsi indietro, a non fuggire e non nascondersi di fronte al pericolo ma a dare il meglio di sé per la vita e la salvezza delle persone amate; un percorso che anche noi dobbiamo fare nostro, scegliendo il coraggio di donarci agli altri e di allacciare relazioni serie e profonde con loro, per uscire vittoriosi dall’adolescenza e costruire insieme una vita davvero riuscita! Proprio questa, in fondo, è la strada che Gesù Cristo ha seguito prima di noi, e sulla quale anche noi siamo chiamati ad incamminarci!

 

 

Holes, Buchi nel deserto - 16 ottobre 2010

"Holes", storia di un ragazzo che si ritrova in un campo di lavoro per giovani a causa di un'antica maledizione che grava sulla sua famiglia, ci ha dato lo spunto per riflettere sul modo in cui le nostre scelte influiscono non solo su noi stessi, ma anche su coloro che vivono insieme a noi; sul modo in cui le scelte dei nostri genitori condizionano quello che siamo, introducendoci alla vita in un determinato contesto, ma anche sul modo in cui noi, con le nostre scelte personali, siamo chiamati a prendere in mano il nostro destino, e a non lasciarci trascinare da esso; ognuno di noi, poi, farà scelte diverse: l'importante è trovare le guide giuste per orientarci nel grande cammino della vita, e non lasciarci sballottare qua e là fidandoci unicamente del nostro istinto!


Immagini dal nostro album...

1 1 1 1 1